“Grazie a tutti voi operatori, perché siete ogni giorno la nostra mano che accarezza i nostri figli”.

Sono le parole di uno dei genitori presenti alla festa organizzata al Polo Riabilitativo Nuova Sair di Roma, per augurare ai nostri utenti, alle famiglie, agli amici e a tutti i professionisti, un sereno e felice Natale.

Mentre in tutto il Polo risuonavano le melodie natalizie, nel centro semiresidenziale e nei laboratori di arti e mestieri i ragazzi accoglievano le proprie famiglie, facendogli scoprire le diverse attività e i risultati del loro lavoro di sperimentazione e creatività di questo anno. Dalle candele fatte a mano ai dipinti, sono tanti, infatti, gli oggetti realizzati durante i corsi che hanno l’obiettivo di sviluppare le capacità espressive e comunicative, favorire le autonomie, promuovere la socializzazione e l’integrazione.

 

Ma non solo i laboratori: anche gli ambulatori e il Centro prima infanzia hanno dato vita ad una mattinata di festa, di condivisione, inclusione e accoglienza.

I bambini più piccoli si sono cimentati in un bellissimo spettacolo canoro, che ha emozionato e fatto sorridere tutti i genitori e gli operatori.

Il Natale è una poesia d’amore”…è una delle strofe cantate dai piccolini e scritta per tutti con la tecnica della comunicazione aumentativa alternativa (CAA), una strategia utilizzata per potenziare il linguaggio verbale.