Oltre gli Ostacoli (II step) – progetto sociale dedicato a piccoli con Disturbo dello Spettro Autistico

Laboratorio ambientale e Interventi assistiti con animali per 30 ragazzi con diagnosi di Disturbo dello Spettro autistico. Sono queste le attività promosse dal progetto “Oltre gli Ostacoli ” che ha carattere sociale, ma con una forte connotazione sanitaria e riabilitativa.

Il progetto, realizzato in due step progettuali – prima con bambini di 7/10 anni e poi con adolescenti – è finanziato dall’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca mediterranea, e realizzato dall’Associazione People Help The People (capofila) con Nuova Sair che ne cura a titolo gratuito il coordinamento organizzativo, il Centro Eos,  e l’Associazione Sasso di Sale .

Obiettivo generale delle azioni messe in campo è il miglioramento della qualità della vita dei ragazzi e, dunque, delle loro famiglie.

Il progetto si è concluso a dicembre 2020.

OBIETTIVI E AZIONI

L’obiettivo del programma è quello di sostenere l’autonomia dei partecipanti, e favorirne l’acquisizione di contetti complessi.

A questo scopo sono promosse due azioni:

  1. La partecipazione ad un laboratorio ambientale organizzato all’interno dell’Istituto Zootecnico di Palermo. Il laboratorio si configura come uno spazio ludico/ricreativo in cui i ragazzi, adeguatamente coadiuvati, possono sperimentarsi, mettersi in gioco e sbagliare all’interno di un ambiente protetto, dove il gruppo sostiene e permette ad ogni utente di rimettersi in gioco.  Qui ad ogni ragazzo viene assegnato un ruolo, individuato in funzione delle singole abilità e competenze. Stimolato a fare da solo, il l’utente migliora la propria autostima e – attraverso l’esperienza sul campo – acquisisce maggiore consapevolezza di concetti complessi come la stagionalità, la biodiversità.
  2. Interventi di Animazione Assistita con Animali (AAA) che hanno una connotazione di tipo ludico-ricreativo e di socializzazione, attraverso i quali si mette in pratica una corretta interazione con cani e cavalli, ottenendo un beneficio sul tono dell’umore, sulla soddisfazione personale e, più in generale, sulla qualità della vita. In particolare, poi, questa seconda azione progettuale, mira a promuovere nei soggetti autistici atteggiamenti di forza, decisione, sicurezza e fiducia; incrementa l’autocontrollo, l’ascolto e la gestione delle emozioni, insieme alla capacità attentiva, osservativa, di categorizzazione e di produzione linguistica; sviluppa il senso del fare, il concetto di responsabilità e di partecipazione; migliore l’interazione con l’ambiente esterno, anche attraverso le stimolazioni tattili, uditive e visive.

Notizie